Animali in casa: consigli per una corretta e felice convivenza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Che gli animali domestici siano una delle gioie della vita è una certezza. Soprattutto se parliamo di cani e gatti, questi riescono a trasmettere un amore, a volte, difficile da spiegare. Le lunghe passeggiate al parco, le ore passate a giocare, i disastri in casa che in fin dei conti ci strappano un
sorriso guardando i musini colpevoli, le infinite risate e le code scodinzolanti. Sono al nostro fianco nei momenti più felici, ma soprattutto in quelli più bui, mettono la loro zampa su di noi e in qualche modo la realtà comincia ad assumere una forma diversa. Indiscusso poi è il legame che si crea.

Decidere di avere un animale di compagnia è, però, una scelta che implica anche il rispetto di regole e atteggiamenti utili ad una corretta e felice convivenza.

Il cucciolo arriva a casa. Sia se decidiamo di adottare un cucciolo, lo riceviamo in regalo o ne compriamo uno della razza che abbiamo sempre desiderato, non dobbiamo dimenticare che lo stiamo portano in un mondo nuovo di estranei e lontano dalla sua di famiglia. Per questo motivo è importante riconoscere le sue esigenze e rendere questo passaggio il più confortevole possibile.

  • Prepara la sua cuccia: in questo modo assegni uno spazio delimitato e sicuro per lui, lo
    considererà suo e al suo interno si sentirà tranquillo.
  • Rendi confortevole il suo spazio: puoi lasciare dell’acqua e del cibo, giochi, una copertina.
  • Bisogni: prevedi uno spazio anche per questo, perché se per i gatti è sufficiente una lettiera
    perché imparano velocemente dove fare i loro bisogni, per un cane i tempi saranno più
    lunghi e in spazi sempre più ampi fino a quando riusciranno a non sporcare più per casa.
  • Nei primi mesi non lasciare il cucciolo da solo per molto tempo, cerca di essere il più
    presente possibile in modo da soddisfare prontamente tutte le sue necessità.
  • Gioco ed educazione: è importante educare l’animale fin da piccolo. Tempo e dedizione
    premieranno il tuo impegno. Al dovere, però, va aggiunta una buona dose di piacere: il gioco
    è fondamentale, anch’esso strumento educativo.

A spasso con il cucciolo: regole da rispettare

Portare il proprio cane a fare una passeggiata è uno dei momenti migliori , forse, più attesi anche dal cucciolo stesso. Ma, anche un’attività bella e tranquilla come questa richiede accorgimenti precisi.

Infatti, a norma di legge il proprietario di un cane è responsabile del benessere, del controllo e della conduzione del proprio animale e risponde di danni e lesioni a persone, altri animali e cose provocati dall’animale stesso, anche se smarrito o fuggito, a meno che non si riesca a provare il caso fortuito.

Per cui, le regole da rispettare sono:

  • Utilizzare un guinzaglio non più lungo di 1.50 metri; fanno eccezione le aree cani, dove gli animali possono essere lasciati liberi;
  • Portare sempre con sé una museruola (rigida o morbida), da utilizzare in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti;
  • Portare con sé paletta e sacchetti per raccoglierne eventuali feci da buttare nella pattumiera più vicina.

In più, ricorda che ogni Comune ha la facoltà di emanare regolamenti specifici.

Ricorda che secondo l’art. 2052 del Codice Civile (“Danno cagionato da animali) sei responsabile dei possibili danni/lesioni che il tuo cane può provocare. Si tratta di una caso di responsabilità oggettiva, per cui non basterà dimostrare la tua diligenza nel gestire l’animale. In questi casi dovrai risarcire il danno provocato.

Per questo motivo, per evitare anche un danno economico per la tua famiglia, puoi prevenire questo rischio stipulando una polizza che copra i danni a terzi. In questo modo, la compagnia assicurativa risarcirà i danni che tu, i componenti della tua famiglia e tuoi animali domestici potreste provocare.

Non succede, ma se succede? Pensaci prima.

Condividi sui social!
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Articoli correlati

Furto in casa: come difendersi

Le ore trascorse fuori casa sono molte e uno degli incubi peggiori per gli italiani è quello di rientrare in casa e trovarla sottosopra a causa di una visita non gradita da parte dei ladri.

Leggi di più